responsive test

“UN PERCORSO A TAPPE”

Più che un titolo indica il proposito di rivedere analiticamente quanto, nel suo insieme, caratterizza l’opera del pittore Ulrico Montefiore, artista da annoverare fra quanti siano sfavorevoli all’ossessiva ripetitività di un proprio repertorio.
Per quanto consentito dai documenti tutt’ora reperibili, è stato scelto di allestire una sequela di programmi singoli, relativi alla produzione del Maestro marchigiano: tentare, tramite un dossier di presentazioni documentarie, la ricostruzione affidabile della sua personalità artistica.
Compito non facile. Le curiosità intellettuali, le sfaccettature dei suoi interessi, il bisogno continuo di sperimentare, sono attributi tanto espliciti di questo pittore che già negli anni ’70 la critica londinese non esitava a utilizzare l’espressione: Renaissance man per definirlo compiutamente 1.
I capitoli allineati in questa sezione, verranno corredati da citazioni tratte da coloro che, nel corso dei decenni, commentarono sull’artista.

1. Max Chapman nel Catalogo d’esposizione: “Montefiore” – Ripartizione Cultura del Comune di Milano, 1974. (testo critico)
Gli aspetti tecnici del presente website curati da Vincenzo Schettini.

OPERE GIOVANILI

NEW DADA

1956/1957

LA SCULTURA

PERMANENTE, 1974

I BRONZETTI

LE CARTE STAMPATE

VETRI MODELLATI

IL PILASTRO

IMAGES 2017

IMAGES 2018

Scroll to top