Il colore: arcipelago gioioso nell’oceano di luce dal cui stesso grembo il colore deriva. L’universo tutto è come il corpo percepibile del Creatore, la luce ne è il Volto radioso, e i colori, la fisionomia.

La molteplicità delle tinte, con le sfumature, trasparenze e sottigliezze d’ogni tipo testimonia la bellezza di questo Volto, facendone trapelare splendore e magnificenza. Attributi che si leggono fin nei profondi recessi dell’universo, e che la scienza contemporanea ha portato agli occhi e alla coscienza dell’umanità. La contemplazione della luce e del colore costituisce la felicità sensoriale dell’uomo: è la sua ricchezza più grande.

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 2015 “Anno Internazionale della Luce”, avviando una serie di eventi a scala globale. I vari Paesi aderiscono all’iniziativa con attività culturali, incontri, rassegne, concorsi; i temi proposti riguardano la luce, oltre alle tecnologie, gli orientamenti industriali e pertinenti conoscenze scientifiche.

Dall’Italia non poteva mancare un persuaso contributo artistico, quale impronta della sua cultura antica e paradigma indiscusso del retaggio nazionale. Il presente website è un contenitore per programmi a carattere documentario, lo strumento per la divulgazione on line di un moderno allestimento creativo. Dedicata alla Luce, è la partecipazione del maestro Ulrico Montefiore alla manifestazione internazionale; emanazione di un importante artista, quindi, le cui straordinarie immagini sul colore sono ormai diffuse ovunque. Le tinte sulle composizioni approntate provengono dal fenomeno ottico della rifrazione; abbiamo qui l’utilizzo dei colori dello spettro quale materia prima per realizzazioni d’arte. Un grandioso connubio, singolare e affascinante: “L’arte conferisce alla scienza connotazioni liriche e la scienza sostiene l’arte con le sue certezze.”

Il presente progetto si chiama Penuel, da un lemma dell’antico linguaggio biblico che significa: il Volto di Dio. L’opera di Montefiore è un inno alla vita e alla bellezza, frutto di genialità e idealismo coniugati all’attrazione per la ricerca scientifica; una visione del mondo illuminata dall’arte e dalla poesia quale effigie di grande portata morale: il potere della Luce che si oppone all’odio e alla devastazione. E’ indirizzata a chi trova indifferibile contrastare gli attuali focolai dell’oscurantismo e cultura della morte, le tenebre intellettuali e l’insidia di uomini offuscati nell’anima, buia quanto le loro uniformi.

Silvia Musumeci


I LUOGHI DEL COLORE

COLORE E FANTASIA

RAGGUAGLI OPERATIVI